PARROCCHIA

 

SANT’ANDREA APOSTOLO

 

TORTOLI’ 

 

Benvenuti!

 

ORARI SANTE MESSE 

 

 

Giorni Feriali 

ore 18.00

 

il sabato si celebra

in Sant'Antonio alle

ore 18.00

 

Giorni Festivi

ore 7.30 - ore 10.00

 ore 18.00

 

DOMENICA 13 OTTOBRE

XXVIII Domenica del T.O.

 

MOLTI GUARITI UNO SOLO SALVATO

 

 Ci rivolgiamo a Dio più spesso per chiedere favori che per ringraziarLo. Non sappiamo uscire da noi stessi. Ci costa lodare Dio nella riunione dei fratelli; preferiamo dare lode a noi stessi. Manca la fede e il ricordo degli esempi di Gesù. Cerchiamo quasi sempre di ricevere. Poche volte siamo disposti a dare. Raramente pronunciamo il “grazie” anzi probabilmente lo ripetiamo solo a parole, mentre nel cuore è nascosto il pensiero di ricevere ancora.

 

   Il Vangelo di questa domenica lo troviamo solo in san Luca e contiene elementi tipici di questo evangelista.

           Il cammino verso Gerusalemme pone il brano nel contesto della progressiva rivelazione della misericordia di Gesù che avrà il suo culmine sulla croce.

           La sua compassione verso i 10 lebbrosi condannati alla esclusione e alla morte sociale si esprime ascoltando la loro preghiera e rispondendo: essi chiedono pietà e Gesù “appena li vide” li manda dai sacerdoti che devono accertare la guarigione, e i lebbrosi hanno fiducia nella parola di Gesù e s’incamminano verso i sacerdoti. La loro preghiera è comunitaria, tutti insieme vanno dal Signore, diventando rappresentanti di tutti i bisogni di guarigione e di salvezza e insieme camminano.

  Emerge, però, una differenza: dei dieci uno solo, per di più straniero samaritano torna a ringraziare e a riconoscere in Gesù la presenza di Dio che salva e mette, così, Gesù nella condizione di aggiungere alla guarigione fisica il dono della salvezza.

  Il samaritano ha capito qualcosa del “mistero” di Gesù, ha intuito che il dono è giunto attraverso il suo incontro. E così comprendiamo anche le parole conclusive di Gesù: “Alzati e va, la tua fede ti ha salvato”.

  Anche gli altri nove hanno avuto fiducia, ma la loro non era vera fede: la vera fede è riconoscere chi è Gesù. Anche gli altri nove sono stati guariti, ma solo il samaritano è stato salvato.

  La guarigione fisica non è ancora la salvezza: è un avvio, ma la salvezza avviene solo quando ci si apre alla conoscenza di Gesù il Cristo. Una conoscenza che si rinnova e pone in cammino: “Alzati e va”. 

 Don Piero

 

  

PREGHIERA

 

 Grazie,

Signore per quanto hai fatto per me:

mi hai donato la vita, la famiglia

e soprattutto la fede.

Dammi ancora la capacità di dirti grazie sempre,

di riconoscere la tua presenza e la tua azione nella mia storia e nella storia degli uomini.

In questo modo eviterò di sentirmi padrone del tuo amore e saprò donarmi a Te e ai fratelli che in contro.

Amen!

 

SCARICA E LEGGI IL SETTIMANALE DELLA PARROCCHIA

TORTOLI' IN CAMMINO 

Tortolì in Cammino 13 - 19 Ottobre.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.9 MB

ED IL VANGELO A FUMETTI,

DA STAMPARE LEGGERE E COLORARE 

Vangelo a fumetti - 13 Ottobre 2019 - XX
Documento Adobe Acrobat 509.5 KB

  

**** BACHECA NEWS ****

 

AVVISI E PROGRAMMI DELLA PARROCCHIA

MESE MISSIONARIO STRAORDINARIO OTTOBRE 2019

 DAL MESSAGGIO

DEL SANTO PADRE FRANCESCO

 

 

 

 Battezzati e inviati:
la Chiesa di Cristo

   in missione nel mondo

È un mandato che ci tocca da vicino: io sono sempre una missione; tu sei sempre una missione; ogni battezzata e battezzato è una missione. Chi ama si mette in movimento, è spinto fuori da sé stesso, è attratto e attrae, si dona all’altro e tesse relazioni che generano vita. Nessuno è inutile e insignificante per l’amore di Dio. Ciascuno di noi è una missione nel mondo perché frutto dell’amore di Dio. Anche se mio padre e mia madre tradissero l’amore con la menzogna, l’odio e l’infedeltà, Dio non si sottrae mai al dono della vita, destinando ogni suo figlio, da sempre, alla sua vita divina ed eterna .

 

  Questa vita ci viene comunicata nel Battesimo, che ci dona la fede in Gesù Cristo vincitore del peccato e della morte, ci rigenera ad immagine e somiglianza di Dio e ci inserisce nel corpo di Cristo che è la Chiesa. In questo senso, il Battesimo è dunque veramente necessario per la salvezza perché ci garantisce che siamo figli e figlie, sempre e dovunque, mai orfani, stranieri o schiavi, nella casa del Padre. Ciò che nel cristiano è realtà sacramentale – il cui compimento è l’Eucaristia –, rimane vocazione e destino per ogni uomo e donna in attesa di conversione e di salvezza. Il Battesimo infatti è promessa realizzata del dono divino che rende l’essere umano figlio nel Figlio. Siamo figli dei nostri genitori naturali, ma nel Battesimo ci è data l’originaria paternità e la vera maternità: non può avere Dio come Padre chi non ha la Chiesa come madre 

 

 

PREGHIERA E OFFERTE

PER LE GIOVANI CHIESE

 

LE OMELIE DI PAPA FRANCESCO 

 

IL SANTO PADRE

 

 SONO ASSEDIATO, LA PREGHIERA DEL MIO POPOLO MI PUO' LIBERARE

 

Vi chiedo di pregare per me": Papa Francesco lo dice alla fine di ogni incontro, che sia una udienza o un Angelus. Da qualche tempo ha anche aggiunto: "Ne ho davvero bisogno". Una sorta di "elemosina", questa richiesta di preghiera, come lui stesso ha detto nell'incontro con 24 confratelli gesuiti di Mozambico e Madagascar nel recente viaggio in Africa, ai quali ha spiegato anche il perché. "È importante che la gente preghi per il Papa e per le sue intenzioni. Il Papa è tentato, è molto assediato: solo la preghiera del suo popolo può liberarlo, come si legge negli Atti degli Apostoli". A riferire le parole del pontefice, di questi incontri a porte chiuse, è su Civiltà Cattolica il direttore padre Antonio Spadaro. "Quando Pietro era imprigionato, la Chiesa ha pregato incessantemente per lui. Se la Chiesa prega per il Papa, questo è una grazia. Io davvero - dice Francesco - sento continuamente il bisogno di chiedere l'elemosina della preghiera". 

 

 a cura di  Marco LADU

 

 

La Santa Sede

Diocesi di Lanusei

 

 

Comune di Tortolì


Nota di Redazione 

 

nel caso si rilevi qualche errore,

s'invita l'attento visitatore alla collaborazione,

inviando una mail al seguente indirizzo

 

 webmaster@parrocchiasantandreatortoli.org

 

grazie mille